anti-età Beauty guide Bellezza e cura della persona inestetismi della pelle macchie cutanee Skincare Viso-Corpo

Macchie cutanee da iperpigmentazione e discromie dell’incarnato

 

 

Ciao a tutti e bentrovati,

oggi parliamo di macchie sulla pelle, nello specifico di macchie da iperpigmentazione, andremo a vedere i principali motivi della loro comparsa, quali accorgimenti adottare per evitarle e infine vi parlerò di un duo di prodotti firmati Delarom formulati per eliminare le macchie e risolvere discromie.

Permettetemi una doverosa premessa.

Le macchie sulla pelle possono essere di vario genere e di diversa natura. Tengo a specificare sin da subito che in questa occasione si parla di macchie cutanee tipo “lentigo solari”, quelle che generalmente vengono definite da invecchiamento della pelle, che non sono dovute a patologie o a particolari fattori, e che per qualsiasi problema e dubbio si consiglia sempre di consultare il medico, su queste pagine si danno niente più che consigli di bellezza e suggerimenti su prodotti cosmetici.

Detto questo, procediamo pure.

Macchie cutanee da iperpigmentazione e discromie dell'incarnato
*credit image source Google search

Cosa sono le macchie scure sulla pelle?

Le macchie scure sulla pelle, dette anche macchie cutanee, possono essere sia chiare che scure, avere diverse dimensioni ed estendersi più o meno diffusamente.

Solitamente si presentano in macchie di forma circolare dal colore di intensità variabile, dal nocciola fino al più bruno color caffè.

Si manifestano soprattutto su viso, collo, décolleté, spalle e dorso delle mani, e seppur non dannose risultano antiestetiche provocando nella persona che ne è afflitta anche serio disagio.

Il colore della pelle viene regolato da 3 pigmenti: emogoblina, carotene e melanina.

Il pigmento più importante e che determina il colore della pelle e l’uniformità dell’incarnato è la melanina.

La melanina è responsabile del colore della pelle, ma anche degli occhi e dei capelli e agisce come un filtro solare, proteggendoci dai raggi solari più dannosi, i raggi UV.

Quando questo pigmento si distribuisce in maniera anomala compaiono discromie e macchie.

Macchie cutanee da iperpigmentazione e discromie dell'incarnato
Credit image source Google search

Le macchie scure sono sintomo di invecchiamento cutaneo, esso fa parte del normale processo biologico del nostro organismo e al quale non possiamo sottrarci, ma possiamo impedire il decadimento precoce della pelle e il manifestarsi di quelli che sono i danni da esso causati, ovvero rughe, macchie, perdita di idratazione e tono, colorito spento.

Responsabili dell’invecchiamento cutaneo e della comparsa delle macchie cutanee sono i radicali liberi.

La loro azione dannosa è incrementata e accelerata dalle radiazioni solari, da fumo e smog che rendono la pelle più fragile e delicata indebolendo i meccanismi che regolano la produzione di melanina e generando così una distribuzione irregolare del pigmento che da origine a macchie e alterazioni del colorito.

Contribuiscono e possono essere corresponsabili della comparsa di macchie cutanee anche le modificazioni ormonali (sbalzi ormonali, disfunzioni ormonali, gravidanza, assunzione della pillola anticoncezionale, menopausa), l’assunzione di alcuni farmaci (ad es. antibiotici) e talvolta anche alcune sostanze presenti in cosmetici e profumi possono favorirne la comparsa.

Con l’età, verso i 45-50 anni e indifferentemente a donne e uomini, con il rallentare del turnover cellulare compaiono le macchie senili.

La prima cosa da fare per evitare l’invecchiamento precoce della pelle e la comparsa di macchie è quella di non esporsi al sole senza adeguata protezione. Applicare una protezione solare anche durante l’inverno, i raggi UV ci sono anche seppur di più bassa  intensità,evitare l’esposizione prolungata, adottare uno stile di vita sano, prendersi cura della propria pelle con una corretta e costante routine di skincare e applicare, specialmente se particolarmente sensibili e predisposti, un prodotto anti-macchie (anti-spot).

Le macchie sulla pelle possono essere un disturbo temporaneo e risolversi da solo col cessare della condizione particolare, ad esempio le macchie cutanee in gravidanza si risolvono dopo qualche tempo dal parto.

Negli altri casi occorre intervenire con cosmetici studiati appositamente per attenuare le macchie.

Per eliminare le macchie cutanee si devono applicare cosmetici depigmentanti e schiarenti.

Questi prodotti sono in grado di stimolare il ricambio cellulare della cute in quelle precise aree che hanno assunto una colorazione diversa e anomala.

Questa tipologia di cosmetici necessita di tempo e costanza perché possa mostrare efficacia.

Per tale motivo si suggerisce di non abbandonare anzitempo l’utilizzo non rilevando risultati immediati, ma di attendere mediamente il tempo di due mesi per favorire il ricambio cellulare e dare il giusto modo agli attivi di agire, quelli che nei giusti tempi riusciranno ad impedire ai melanociti di espandere pigmento alle cellule circostanti.

macchie cutanee, macchi della pelle, macchie pigmentarie
*credit image source Google search

Di grande aiuto può essere abbinare ai cosmetici schiarenti delle macchie cutanee dei trattamenti esfolianti e leviganti che aiutino l’eliminazione degli strati di cellule morte stimolando il rinnovo cutaneo.

Per esperienza personale posso dirvi che tutto ciò è vero, le macchie cutanee possono essere eliminate o comunque drasticamente ridotte, ma ciò di cui ci si deve armare, oltre a pazienza e costanza, sono i prodotti giusti.

Detto questo, è importante ricordarvi quanto sia fondamentale prevenire la comparsa di macchie cutanee, anche perché eliminarle costa denaro e occorre tempo, sempre che poi non ci si debba rivolgere a trattamenti professionali in Istituto, e comunque è sempre prioritario farne un discorso di salute della pelle, per cui anche in presenza di una pelle bella, perfetta, all’apparenza resistente e non soggetta a macchie cutanee, è necessario proteggere con creme specifiche e filtri solari e adottare abitudini corrette.

Di recente, ma il marchio lo conosco e mi è caro da diversi anni, ho utilizzato la combo siero e crema Infini White di Delarom per trattare due macchie residue che inizialmente erano piccine e poco visibili ma che col passare del tempo stavano diventando sempre più scure e ampie.. vi racconto com’è andata  >>> CONTINUA

VialedeiPensieri11

Blogger appassionata di cosmetica, make up e moda. Nei miei blog e social tratto principalmente di bellezza e cura della persona, ma senza precludermi ad alcun argomento, proponendovi di tanto in tanto le mie realizzazioni in cucina, giardinaggio, acquariofilia, consigli di lettura e dritte per lo shopping.

You may also like...

2 Comments

  1. Lucilla River says:

    Io ne ho un paio sul décolleté che mi sono comparse in gravidanza perciò, mi sa che me le devo tenere; in compenso ne ho beccata una sulla mano di mio marito e non sapevo si potesse levare. Mi sa che faccio tesoro della tua esperienza e ti copio l’uso della crema e del siero 🙂

  2. Mi piace molto che tu abbia riservato un’attenzione particolare a questa problematica della pelle che tendiamo a sottovalutare. Con parole non eccessivamente tecniche e scientifiche hai spiegato con grande chiarezza, grazie! Riguardo ai prodotti Delarom, che non conoscevo ancora, mi hai incuriosita molto. A presto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.