lozione c.a.a.p.3 anticaduta capelli
Contrastare la caduta dei capelli: lozione gel c.a.a.p. 3

Buongiorno miei cari amici,

attraverso il prodotto di oggi, affrontiamo un argomento molto sentito e alquanto angosciante per chi ne soffre: la caduta dei capelli.

Cominciamo col rassicurare sul fatto che una caduta di capelli giornaliera di una quantità che va dai 50 ai 100 capelli, fino a raggiungere anche 200 nel periodo autunnale nel quale si attraversa una fase di “muta”, è fisiologica e dunque normalissima.

Il capello durante il suo ciclo vitale attraversa delle fasi ben precise :

  • anagen – è la fase di crescita e dura diversi anni (dai 3 ai 6-7)
  • katagen – il capello si indebolisce e piano piano si allontana dal follicolo pilifero portandosi sugli strati più superficiali dell’epidermide
  • telogen – è quel periodo in cui il capello, seppur morto, rimane ancora attaccato al cuoio capelluto. Cessata l’attività del capello, il bulbo pilifero si mette a riposo fino a quando la caduta del capello, che spesso avviene per azione meccanica (pettinarsi, passarsi le mani tra i capelli), non interromperà il risposto dando il via ad una nuova fase di anagen.

Si definisce “telogen effluvium” una perdita molto abbondante di capelli, che può essere dovuta a diversi fattori, tra cui: stress, interventi chirurgici e assunzione di medicinali, eccesso di fumo, alcool, disfunzioni della tiroide, carenze di ferro o di oligoelementi, eccessiva vitamina A.

Questo fenomeno, solitamente regredisce agendo sulla causa scatenante.

Vi sono poi altre forme di caduta di capelli, che possono portare anche alla calvizie totale. La più diffusa, che è anche quella più comune, viene definita col nome di alopecia androgenetica e viene provocata dall’azione nociva del DHT sul bulbo pilifero. (se volete leggere una mia opinione più completa a riguardo, vi invito a cliccare QUI).

lozione c.a.a.p.3 anticaduta capelli

Sintesi della mia esperienza sulla perdita di capelli

Raccontarvi il mio intero percorso risulterebbe davvero lungo e non credo nemmeno di sentirmi di farlo, (perlomeno non in questo momento) ma per correttezza credo sia giusto che almeno vi accenni ai fatti.

Premetto che da alcuni anni sono sotto controllo dermatologico per capelli e unghie. I miei problemi cominciarono in un periodo di forte stress, sia fisico che mentale, lì ebbi i primi episodi di abbondante perdita di capelli continuata. Per un insieme di situazioni, emotivamente stavo già molto male e certamente il diradamento dei capelli non era di aiuto (la mia chioma si dimezzò nel giro di pochi mesi). A seguito di un ulteriore trauma emotivo (per me molto forte e che è stato difficile da “assimilare”), l’effluvio peggiorò e cominciarono anche i problemi alle unghie.

Appurata l’assenza di patologie attraverso i vari controlli che mi sono stati prescritti, attualmente ho in mano due pareri discordanti: il primo ipotizzato su fattori genetici e il secondo imputato al forte e lungo periodo di stress.

Ovviamente spero nella seconda ipotesi, alla quale mi sento di dare più credito per alcuni indizi a favore:

nell’androgenetica il problema unghie non ha correlazione, mentre con lo stress e l’effluvio cronico si, inoltre, dal momento in cui è iniziata la mia ripresa psicofisica, anche i capelli e le unghie hanno mostrato un importante miglioramento. Aggiungiamo poi che la calvizie androgenetica la si può frenare, ma non invertire, io invece ho recuperato moltissimo e la mia chioma è tornata quasi alla normalità.

Contrastare la caduta dei capelli: lozione gel c.a.a.p. 3

Il primo dermatologo mi prescrisse il minoxidil con applicazione 2 volte al dì da usare vita natural durante e con costanza assoluta (una vera schiavitù).

Dopo 8 mesi, i risultati sui capelli erano quasi nulli, in compenso.. o meglio, in scompenso, ho subito un pauroso aumento dei peli su viso e braccia (noto effetto collaterale) che è andato a peggiorare il mio stato emotivo. Consultato nuovamente il dermatologo, decidiamo di ridurre le applicazioni topiche di minoxidil a una volta al dì: la peluria è regredita ma i capelli hanno continuato ad essere sofferenti e cadere. Per due interi anni di utilizzo costante di minoxidil non ho ricavato risultati abbastanza apprezzabili, fino a quando…..

Non so bene quando è cominciata la mia ripresa, sta di fatto che meglio mi sentivo fisicamente e mentalmente, più mi liberavo di pensieri negativi, ansie e angosce, e meglio stavano i miei capelli e anche le mie unghie. Decisi di sentire un secondo parere e dopo aver esposto al medico l’intero mio iter, mi disse che era sua forte convinzione che nel periodo di malessere psicofisico somatizzassi (soffrivo infatti anche di insonnia, malesseri generali e frequenti, gastriti nervose) e che l’unica cura a me necessaria era ritrovare benessere ed equilibrio.

Attualmente continuo ad usare il minoxidil 2-3 volte a settimana (stando agli studi condotti, l’applicazione sporadica non sarebbe sufficiente ad arginare il problema, pare infatti che l’effetto del minox duri all’incirca 12 ore, dopo di che il dht riprende il suo attacco al bulbo pilifero) per una questione mentale. Chi soffre di alopecia androgeneta sa bene che tutti i risultati ottenuti inibendo l’azione del dht attraverso minox o finasteride, si perdono nel giro di 3-4 mesi dall’interruzione del farmaco e difficilmente, riprendendolo, si riesce a recuperare come prima. Per questo rimango legata al medicinale, in attesa di sentirmi serena, di avere altri riscontri e poterlo abbandonare del tutto.

Ma ritorniamo al motivo per cui ho cominciato a parlarvi di capelli e caduta.

Contrastare la caduta dei capelli: lozione gel c.a.a.p. 3

C.a.a.p. 3 Gel Fluido Anticaduta

Per quanto riguarda i rimedi fitoterapici, tra le piante che hanno dimostrato un’interessante azione di contrasto al dht, al primo posto c’è la Serenoa Repens. L’estratto attivo di questa pianta viene largamente impiegato per il trattamento dell’ipertrofia prostatica benigna e, poiché hanno in comune lo stesso responsabile, trova applicazione anche per arginare l’atrofia dei bulbi piliferi.

Conosciuto anche col nome di saw palmetto e palmetto seghettato, è l’ingrediente d’eccellenza del nuovo gel fluido c.a.a.p.3 coadiuvante contro la caduta dei capelli e gli inestetismi del cuoio capelluto.

C.a.a.p. 3 è un prodotto presente sul mercato da oltre 10 anni ma che ora si propone in una nuova formula, migliorata e in consistenza di gel fluido, prodotto in Italia, brevettato, completamente naturale, adatto sia all’uomo che alla donna, formulato con principi attivi estratti da piante che già da tempo hanno dimostrato la loro utilità in campo tricologico.

I principi attivi di c.a.a.p.3 sono

  • Serenoa Repens: è il principio attivo di cui vi anticipavo poc’anzi. Da tempo presa in esame ed utilizzata con buoni risultati per contrastare l’ipertrofia prostatica, è ultimamente stata oggetto di ulteriori studi che ne vanno a confermare l’interessante azione di contrasto del dht anche sui bulbi piliferi.
  • Bardana: usata sin dai tempi antichi per le sue notevoli proprietà disinfettanti e dermopurificanti, in caap 3 svolge un’azione sulle impurità del cuoio capelluto.
  • Aloe Vera: sono risaputi i molteplici effetti benefici di questa pianta, utilizzata fin dall’antichità per il suo potere antinfiammatorio e rigenerante. Idratante ed emolliente aiuta il cuoio capelluto a risolvere problemi di irritazione e arrossamento.
  • Ammamelis: tonificante, rinfrescante, stimolante del tessuto epiteliale, riattiva la microcircolazione aiutando il bulbo pilifero a generare capelli sani e forti.
  • Ginkgo Biloba: dal potere antinfiammatorio e ricchissimo di antiossidanti, sul cuoio capelluto ha il compito di esercitare il suo potere tonificante e stimolante.
  • Arancio Dolce: l’olio essenziale agisce da regolatore del sebo, contribuendo a purificare il cuoi capelluto.
  • Limone e Pompelmo: gli estratti di questi due frutti riducono l’eccessiva produzione sebacea.
  • Cesteina: è un aminoacido che rafforza la cheratina dei capelli donando loro vitalità, resistenza e difendendoli dall’azione dei radicali liberi.
  • Vitamine del gruppo B: un complesso di vitamine del gruppo B per rinforzare e aumentare la resistenza dei capelli. Hanno anche potere purificante.
  • Vitamina C: un apporto di vitamina C migliora la fibra capillare attraverso l’azione benefica che svolge a livello cutaneo.
  • Idrolizzato di proteine di Soia: un concentrato estratto di protetine di soia che stimolano la rigenerazione dei tessuti e contribuiscono a mantenere l’idratazione.

Qui in foto vedete l’inci.

c.a.a.p 3 INCI

c.a.a.p 3 INCI

Il gel fluido c.a.a.p. 3, come potete osservare, è un mix di ingredienti biovegetali scelti (3trivuk-c®) per le loro importanti qualità nel contrastare la caduta, nel rinforzare il capello e nel riequilibrare il cuoio capelluto, regolando l’eccesso di sebo (che soffoca il bulbo pilifero) e combattendo irritazioni e pruriti, desquamazioni ed eccessiva secchezza.

Il Gel Fluido c.a.a.p. 3 è stato ideato dall’azienda Gelcapelli srl e sviluppato in collaborazione con i migliori laboratori dermocosmetici italiani e la sua formula migliorata ascoltando anche consigli ed esigenze dei pazienti.

La consistenza gelificata nasce infatti per ovviare al problema che la classica soluzione liquida in fiale comporta -cola, non si distribuisce uniformemente, vi è uno spreco di prodotto- inoltre, le sostanze nutritive in forma gelificata riescono a permanere meglio sulla cute, penetrando e offrendo un’azione continuata di nutrimento e rinvigorimento del bulbo pilifero.

L’efficacia del prodotto è garantita per la forte azione di contrasto al dht che gli ingredienti attivi esercitano, il gel rimane attivo per tutto il giorno, si applica con facilità dopo aver prelevato la quantità desiderata, spalmata sul palmo delle mani e distribuendo con un lieve massaggio sul cuoio capelluto e capelli, dopodiché si procede con la normale asciugatura e messa in piega.

Non è un prodotto aggressivo, non ha controindicazioni, e può essere un valido aiuto non solo per chi ha problemi di alopecia, ma anche a tutte quelle persone che dopo un periodo particolarmente stressante per i capelli (gravidanza, malattia infettiva, caduta stagionale) vogliono rinvigorirli offrendogli un trattamento nutritivo rinforzante.

Anche la profumazione di questa nuova formula risulta migliorata, più delicata e piacevole rispetto alla precedente.

Contrastare la caduta dei capelli: lozione gel c.a.a.p. 3

Cosa ne penso di c.a.a.p 3

Ho usato c.a.a.p. 3 per circa 5 settimane, dietro consulto con il mio dermatologo, per testare gli elencati effetti positivi. Premetto che sono in cura dermatologica

Devo dire che l’utilizzo è molto più pratico rispetto alle soluzioni liquide e grazie alla sua consistenza in gel -ma molto fluido- si applica con piacere e si distribuisce bene ed uniformemente, riuscendo a prelevare la giusta quantità, evitando sprechi e anche seccanti armeggi con fialette in vetro.

L’odore non è sgradevole -percepisco l’aroma di arancio ma nell’insieme prevale la liquirizia- è però abbastanza accentuato e persistente, ma vista l’utilità del prodotto, credo che sull’odore, gradito o meno, si possa essere tolleranti.

Positivo è certamente il fatto che si possa applicare anche su cuoio capelluto umido e procedere alla normale asciugatura, mentre di solito le lozioni trattamento anticaduta vanno applicate su cute asciutta ed evitando l’utilizzo del phon che farebbe evaporare troppo velocemente il prodotto, togliendo ai principi attivi il tempo necessario per penetrare e agire.

Riscontri positivi ne ho avuti, cominciando dalle irritazioni al cuoio capelluto che si sono andate attenuando sin dalle prime applicazioni.

Inizialmente ero un po’ timorosa per via del forte rossore che il prodotto provoca dove applicato, ma il fenomeno è del tutto normale e momentaneo, andando a svanire nel giro di una decina di minuti. 

Il capello ha cominciato a mostrarsi più forte e sano dopo appena due settimane e la caduta si è ridotta forse perché con un cuoio capelluto purificato il bulbo pilifero riesce a recuperare vitalità e allo stesso tempo ricevere meglio le sostanze nutritive inserite nella formula.

I capelli sono migliorati sicuramente dal punto di vista estetico, risultando più elastici, luminosi e i ricci più definiti. Esteticamente anche il cuoio capelluto ha recuperato un colore normale e sano, le piccole chiazze rossicce dovute a irritazioni e diffuse su tutto il capo, ora non sono più evidenti e l’antiestetica lucentezza che fino a qualche tempo si notava, mettendo ancor di più in evidenza il diradamento, ora mi sembra risolta.

La consistenza del gel fluido c.a.a.p.3

La consistenza del gel fluido c.a.a.p.3

Consiglio c.a.a.p 3 ?

Suggerire prodotti come questi, credo non vada mai fatto con leggerezza, proprio perché so quanto possa essere devastante a livello psicologico tale problema.

So anche che in molti casi affidarsi al fai da te non è la strada migliore da seguire. Dietro un’anomala perdita di capelli può celarsi qualche patologia che è meglio non trascurare o che andrebbe presa per tempo, indi, rivolgersi sempre al proprio medico di base. 

Anche nel caso fosse evidente si tratti di alopecia androgenetica, meglio consultare lo specialista e farsi prescrivere le cure indicate, perché in questo caso più tempo si aspetta più capelli si perdono, meno probabile è il recupero dei bulbi pilifieri che rischiano l’atrofia. 

Sicuramente è un prodotto molto valido ed efficacie nel rinforzare i capelli e che mi sento di consigliare a chi ha un effluvio stagionale, un effluvio da stress o anche cronico, alle neo-mamme che devono recuperare sull’indebolimento dei capelli dovuto a gravidanza e allattamento, a chi esce da una malattia e cura con farmaci che hanno in qualche modo indebolito la chioma e anche a chi ha stressato i capelli con trattamenti cosmetici aggressivi e li vuole ripristinare.

A chi ha l’alopecia androgenetica accertata, onestamente non mi sento di creare illusioni perché anche se ho avuto giovamento dall’utlizzo di c.a.a.p 3, la mia situazione non è ancora ben chiara e non certezza che sia stato per effetto di contrasto sul dht. Non sarebbe una cattiva idea parlarne col proprio dermatologo e provare il prodotto dietro sua “supervisione”: questo il mio suggerimento.

Io continuerò ancora per un periodo ad usare il gel c.a.a.p. 3 e qualsiasi eventuale aggiornamento verrà inserito in questo post. 

Per chi volesse trovare informazioni utili sul web riguardo la caduta dei capelli e tutti gli argomenti correlati, suggerisco www.calvizie.net , sito sul quale ogni argomento è trattato con serietà e competenza, dove si trovano info dettagliate e consigli incondizionati, in più è presente un forum nel quale gli iscritti si possono confrontare e dove partecipano anche medici dermatologi e tricologi di stimata importanza. 

Per quanto riguarda c.a.a.p. 3, mi rimane da aggiungere poco: il flacone da 100 ml permette fino a 30 applicazioni il cui costo è di € 43,00  ma acquistando due flaconi si ottiene un risparmio di € 15,00. 

E’ possibile acquistare on line  e telefonicamente, in tutta riservatezza e farlo arrivare a domicilio in forma anonima, se non soddisfatti è possibile chiedere il rimborso, anche se il prodotto è stato utilizzato.

A breve verrà lanciato lo shampoo in due varianti: urto e mantenimento. 

Se interessati e volete saperne di più vi suggerisco di visitare il sito c.a.a.p. 3 o la pagina Facebook Caap 3.

So di essere stata lunga e chiedo scusa, anche se spero verrà apprezzata da chi fortemente interessato all’argomento.

Che abbiate letto tutto con attenzione o che abbiate abbandonato a metà,  vi ringrazio comunque e vi aspetto alla mia prossima opinione che, prometto, sarà più sintetica. 

Un abbraccio. Ciao! 

Please follow and like us:
error0

Ciao :) Lasciami un tuo parere, ponimi domande o mandami anche solo un saluto...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.