Arteraku13

 

Avete mai sentito parlare di ceramiche Raku

Preziose e ricercate, le ceramiche raku nascono da un’arte antichissima giapponese legata alla cerimonia del tè.  


Arteraku12

Con questa tecnica -che utilizza materiali semplici ma capaci di esaltarne forme e semplicità- vengono realizzate tazze, teiere e altri oggetti, dalle forme pulite ed essenziali, in perfetta sintonia con la filosofia buddista-zen. 

 

“Raku” significa -appunto- semplice, comodo, pratico, e così doveva essere la tazza che, durante la cerimonia del tè, si passavano di mano in mano gli ospiti. 

 

C’è una giovane ragazza italiana, rispondente al nome di Laura, che di questa arte si è innamorata, appassionata e -dopo averne appreso la tecnica- ha dato libero sfogo alla sua creatività allestendo un suo laboratorio e realizzando piccoli oggetti e gioielli artigianali dall’aspetto etnico e indiscutibilmente originale.


Da amante delle cose semplici, fatte a mano, insolite e particolari, non potevano passarmi inosservate le creazioni Arteraku.

Arte Raku

 

Laura ha una grande esperienza pratica e una creatività cui, volutamente, non impone regole.


Arteraku14

 

      -Ma come si esegue questo genere di artigianato?-

Vediamolo in breve.

La tecnica raku si differenzia dai metodi classici per la fase di cottura. 

Occorrono terre elastiche, leggere e resistenti allo choc termico.

Arteraku17

L’argilla viene dapprima lavorata e modellata realizzando l’oggetto desiderato che poi va messo ad essiccare in maniera naturale e molto lentamente, per evitare che il pezzo subisca delle microfratture che andrebbero a causare rotture in cottura  rendendo vano l’intero lavoro.

 

La fase successiva prevede la “biscottatura”. Si tratta di una prima cottura eseguita con particolare scrupolo perché, anche se l’oggetto con l’essiccazione ha eliminato gran parte dell’acqua contenuta, al suo interno può esserci dell’umidità che eliminata troppo repentinamente romperebbe l’oggetto. Per questo si lascia cuocere con calma e la temperatura di cottura viene aumentata gradatamente.

 

A questo punto, gli oggetti possono essere smaltati con polveri a basso punto di fusione. 

La scelta delle polveri e del tipo di cottura (ossidativa o riducente) sarà incisiva sull’aspetto finale dell’oggetto che offrirà dei magnifici colori ed effetti metallici. 


Arteraku16

 

Dopo aver dato colore ai pezzi, si procede con la cottura raku: fase finale in cui gli oggetti vengono cotti una seconda volta in forno a temperature elevatissime.

Prelevati incandescenti con l’ausilio di una apposita pinza, vengono fatti raffreddare a contatto con elementi come segatura, carta, aria e acqua. 

 

Si ottengono così oggetti unici, particolareggiati da riflessi di colori e dall’aspetto invecchiato per via delle venature crackle che si formano sulla superficie colorata. 

 

Arteraku23
Arteraku propone una collezione di piccoli oggetti e bigiotteria raku che mette in vendita sul suo sito www.arteraku.net

Se volete fare o farvi un regalo, se volete aggiungere qualcosa di unico ed etnico ai vostri accessori, l’assortimento Arteraku di collane, orecchini, anelli, bracciali in diverse forme e colori in ceramica raku è ampio e variegato. 

Dalle capaci mani di Laura nascono i bijoux che vedete in foto. 

Arteraku22

  • Orecchini con perla lucida color azzurro-grigio, semplici ma graziosi e di grande effetto. 
  • Anello bottone color avorio con evidenti crepature tipiche dell’arte raku, di dimensione grande, intrecciato con filo metallico color alluminio. 
  •  Ciondolo semplicissimo nella forma, ma reso molto particolare dall’effetto raku che alterna zone opache e ruvide a macchie lucide metallizzate, variegate di colori ma in cui prevale il turchese.
  • Piccola calamita a forma di casetta: carinissima direi! 

Come potete vedere, sono molto particolari anche se molto semplici e le cui forme e colori vengono esaltati dalla speciale tecnica raku.


Arteraku21

Io adoro i miei bijoux Arteraku e li indosso molto spesso, preferendoli a gioielli preziosi e raffinati, perché per me la bellezza sta anche e soprattutto nella semplicità degli oggetti fatti a mano, realizzati con tecniche artigianali che esprimono creatività e passione e che sanno distinguersi tra tanti. 


Le creazioni di Laura a parer mio meritano molto, perché si differenziano, sono diverse da qualsiasi tipologia di bijoux che si vede in giro, indiscutibilmente originali e realizzate con grande amore per questa affascinante tecnica che viene da lontano. 

 

Più sopra vi ho lasciato l’indirizzo del sito ma prima di chiudere vi ricordo anche che potete trovare Arteraku su Facebook cliccando QUI, unitevi fan con un like e seguitela, ama sperimentare ed ha sempre nuove proposte da offrirci. 

 

Da parte mia è tutto, non mi resta che salutarvi e augurarvi una buona settimana.  Ciao! ^_^ ***

Related Posts

Ciao :) Lasciami un tuo parere, ponimi domande o mandami anche solo un saluto...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.