Anentome Helena o Lumaca Killer: contrastare biologicamente l’infestazione di lumachine in acquario

Ciao a tutti e bentrovati.

Se siete arrivati fin qua quasi per certo è perché vi interessa l’argomento trattato in questo blog e probabilmente avete un acquario o siete intenzionati ad allestirlo e vi state documentando.

Ebbene, tra le cose che ogni buon acquariofilo deve tenere in conto, perché prima o poi si troverà a dover fronteggiare l’emergenza, ci sono le infestazioni di lumachine.

Le infestazioni di lumachine in acquario possono diventare un vero incubo e potremmo incorrere in non poche difficoltà a risolverle.

C’è chi imputa il problema ad una cattiva gestione dell’acquario, ma non è affatto vero.

Le lumachine infestanti sono di piccole dimensioni, si moltiplicano ad una velocità impressionante, deturpano l’estetica dell’acquario, intasano filtri e pompa e rovinano le piante.

La presenza di lumachine infestanti se è tenuta sotto controllo può costituire una fonte di cibo vivo per alcuni abitanti dell’acquario.

Evitare il problema è comunque la cosa più consigliabile ed è possibile facendo attenzione a quando inseriamo nuove piante in vasca. E’ a quel punto che insieme ad esse acquistiamo, inconsapevolmente, qualche lumaca nascosta tra le foglie o gruppi di uova deposte e pronte a schiudersi.

Lumachine infestanti genere Physa
Lumachine infestanti genere Physa

La miglior cosa da fare quando acquistiamo nuove piante prima di inserirle in acquario (o anche arredi ospitati in altre vasche), è quella di lavarle bene, ma veramente bene, controllando soprattuto la pagina inferiore delle foglie.

Le uova sono talmente piccole, delle volte incolore e trasparenti, che può risultare difficile individuarle. Nonostante la buona volontà é umano che qualcuna sfugga, allora il guaio è fatto.

Da quando ho avuto la prima infestazione di lumachine non sono più riuscita a liberarmene del tutto.

Fortunatamente sto riuscendo a tenere a bada il loro proliferare.

Comunque, qualche lumachina sparsa è accettabile, visto che mangiucchiano le alghe e i residui organici che si depositano sul fondo della vasca.

Se però la popolazione di queste minuscole lumachine aumentasse spropositatamente (cosa molto facile se non si hanno dei predatori specifici) finirebbe per sporcare troppo l’acqua, e qualora scarseggiasse il cibo lo contenderebbe con i pesci o finirebbe per attaccare le piante.

Inoltre, quando l’acquario è seriamente infestato il problema diventa anche antiestetico.

Le principali specie di lumache infestanti sono: Melanoides, Viviparus, Physa, Planorbis, Acroloxus, Lymnaea, Ancylus.

La specie che ha infestato il mio acquario è la Physa, che vedete nella foto in alto.

Per risolvere o limitare l’infestazione di lumachine in acquario abbiamo 3 opzioni:

  • Rimozione meccanica, ovvero togliere manualmente tutte le lumache che si riesce, intervenendo spesso.
  • Lotta biologica, inserire in acquario pesci e altri ospiti che si cibano di lumachine.
  • Trattamento chimico, si sottopone l’intero acquario a trattamento lumachicida, questo però implica uno sconvolgimento per l’intero ecosistema acquatico, mette in pericolo la vita e la salute di pesci e crostacei, quindi andranno trasferiti fino al ripristino della vasca, successivamente si deve procedere ad una pulizia profonda, purificazione con carbone attivo, cambio abbondante di acqua e ripristino dei valori.

Considerando che si può intervenire manualmente eliminandone quante più possibile e affiancando a tale metodo il contrasto biologico con pesci e invertebrati golosi di lumachine, consiglierei di valutare l’intervento chimico solo ed esclusivamente in casi molto molto estremi.

Badis Badis
Badis Badis
Un grandissimo aiuto nella lotta biologica contro l’infestazione di lumachine in acquario ce lo può dare il Badis Badis, grazioso pesciolino di cui vi ho già parlato, voracissimo di lumachine e uova ed efficientissimo.

Non sempre, però, il Badis Badis è compatibile con gli altri pesci presenti in acquario.

Il Badis Badis è un pesce territoriale scontroso e irascibile che tende ad innervosirsi facilmente se la vasca è popolata di pesci vivaci. Essendo puoi un predatore, è attratto dai gamberetti come le Caridinie, dalle uova dei pesci che magari vogliamo riprodurre, ovviamente dagli avannotti (non ne scamperà uno, dico uno!) e dalle codine appariscenti di alcuni pesci, come ad esempio Guppy che hanno codine a ventaglio che ondeggiano come drappi nell’acqua e il Badis Badis tenderà, sia per scontrosia che per istinto predatore, a scambiarli per prede attaccandoli e danneggiandoli.

Anentome Helena o Lumaca Killer
Anentome Helena o Lumaca Killer

Un rimedio davvero efficace in caso di infestazione di lumachine è l’inserimento in acquario di alcuni esemplari di Anentome Helena, detta più comunemente Lumaca Killer.

Tale appellativo è dovuto proprio alla sua spietatezza nello sterminare sistematicamente le altre lumache presenti nell’ambiente in cui si trova.

La Lumaca Killer è una piccola lumaca carnivora originaria dell’Asia del sud. È una specie d’acqua dolce che in natura vive in torrenti e acque movimentate dal fondo sabbioso e limaccioso.

È una lumaca di piccole dimensioni che in età adulta arriva a misurare circa 1,5 cm, massimo 2 cm. Nonostante ciò, non sottovalutate il fatto che da vorace e carnivora quale è, è facile che possa divorare anche lumache molto più grandi di lei tenute in aquario a scopo decorativo come Ampullarie e Neritine. E’ in grado di aprire qualsiasi opercolo.

Anentome Helena o Lumaca Killer
Anentome Helena o Lumaca Killer

Ha guscio a forma conica dalla bella livrea bicolore giallo e nero con sfumature marroni.

La Lumaca Killer via della sua abilità nel sterminare le lumachine viene inserita in acquario come metodo disinfestante biologico.

Diversamente ad altre specie di invertebrati che sono quasi sempre erbivori e risultano utili per mantenere l’acquario pulito dalle alghe, la lumaca killer ė esclusivamente carnivora e non vi sarà di alcuna utilità a tale scopo, ma di pro non rovinerà la vegetazione.

In mancanza di prede vive da cacciare si ciberà tranquillamente di cibo per pesci, importante è fornirle un’alimentazione proteica.

In questo breve video vedete la lumaca killer in movimento nel mio acquario.

Per riposare scava una buca sul fondo e si copre di sabbia e sassolini lasciando spuntare fuori solo una sorta di proboscide sensibile, ed è capace di stare rintanata per giorni.

La lumaca killer non è ermafrodita e per la sua riproduzione è necessario procurarsi maschio e femmina, è dunque consigliabile prendere almeno 8 esemplari.

Se inserirete le lumaca killer nel vostro acquario vi garantirete l’assenza o il controllo su eventuali infestazioni di lumache.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *